Recensione N.10 “Muses”di Francesco Falconi

 Informazioni generali


Autore: Francesco Falconi


Titolo: Muses


Editore: Mondadori


Collana: Chrysalide


Pagine: 489


Prezzo: 17.00 € (cartaceo),9.99 € (e-book)
disponibile sia su IBook store,che su Amazon.it








Sinossi

Quando scappa da Roma diretta a Londra, coperta di tatuaggi e piercing, Alice sente che la sua vita potrebbe cambiare per sempre. Ha appena scoperto di essere stata adottata, ma per lei questa notizia è quasi un sollievo. Cresciuta con un padre violento e una madre incapace di esprimere il proprio affetto, ora Alice deve scoprire le sue radici e l’eredità che le ha lasciato la sua vera famiglia.
Decisa, risoluta, ribelle, è una violinista esperta ed è dotata di una voce straordinaria. Ed è proprio questa voce a guidarla verso la verità: le antiche nove Muse, le dee ispiratrici degli esseri umani, non si sono mai estinte.
Camminano ancora tra noi. I loro poteri si sono evoluti. E Alice è una di loro.
La più potente. La più indifesa. La più desiderata da chi vorrebbe sfruttarne gli sconfinati poteri per guidare gli uomini, forzarli se necessario, fino alle conseguenze più estreme.
Ma un dono così può scatenare l’inferno.
E sta per accadere.
Commento
Son “inciampata” in questo  libro al Salone Internazionale  del Libro di Torino, la copertina mi ipnotizzato, ho  letto il risvolto, dopo di che ho  guardato con occhi supplichevoli il  mio compagno e ho detto: “Posso?”(solo lui riesce a contenere il mio smodato bisogno di shopping di libri ndr) al suo cenno di assenso mi sono precipitata alla cassa e cinque minuti dopo  lo  inizio e subito un colpo al cuore Non è  un fantasy “classico”, ne tanto meno uno di quei Young-Adult melensi, a cui ci hanno abituato gli editori/autori in questi ultimi  tempi, è qualcosa a sé stante, nuovo modo di concepire questo filone letterario. Alice è agli antipodi rispetto alla ormai famosissima  Bella Swan, la protagonista del nuovo romanzo  di Francesco Falconi  ruvida, spigolosa, solitaria, ma anche più simile ,per inquietudini e comportamenti alle generazioni giovanili moderne.
E’ una ragazza che ha subito violenze,che non ha ricevuto amore, adottata,che si tatua per nascondere le cicatrici, tutto questo fa di lei un diamante grezzo inconsapevole del suo valore,intraprende un viaggio alla ricerca delle sue radici ma ancor più di sé stessa.
Ed proprio questo” cammino” che incatena il lettore al libro portandolo alla scoperta della vera Alice.
Lo stile di Francesco scorrevole, incalzante, deciso fa il resto.
La rilettura in chiave moderna delle Muse è incantevole, muse moderne, ma che  si stanno indebolendo,vittime della cupidigia dell’uomo che ha perso sensibilità.
Piccolo gioiello della letteratura contemporanea d’evasione, che offre però all’attento lettore spunti di
profonda riflessione. Attendo il seguito previsto per marzo 2013



cum Laude





Ed ora partiamo alla scoperta di Londra
Molti di voi ora si aspetteranno il percoso classico che snoda tra Brithis Museum, Buckingham Palace, la Ruota il
Tower Bridge, il Big Ben, invece no! come l’autore del romanzo vi ha raccontato scorci poco conosciuti di questa città così farò io dandovi un “percorso alternativo”.
Dopo essere atterati sul suolo Britannico , con l’aiuto della metropolitana potremmo raggiungere Astor’s Museum Inn situato proprio accanto al Brithish Museum( un ostello, con cucina in comune ,sala con Tv ,lettore Dvd) è anche a pochi passi dal Covent Garden.
Per godere di una Londra panoramica potremmo visitare
in primis la Cattedrale di Saint Paul che Oltre a essere un elemento importante dello skyline londinese, la Cattedrale di St Paul offre spettacolari vedute su Londra dalla Golden Gallery. Occorre salire 530 scalini per poter goderne, Da qui si può potemmo ammirare il Tamigi, il South Bank, la Tate Modern, lo Shakespeare’s Globe e tanti altri famosissimi monumenti della capitale.Poi si potrebbe proseguirev all avolta diPrimerose Hill la vista che ci può offrire questo luogo è una dei migliori della città . Dall’alto della collina si può scorgere tutto il centro di Londra. Naturalmente, nelle vicinanze possiamo passegiare per Regent’s Park .Continuiamo poi alla volta della Oxo Tower dove potremo cenare scegliendo tra ristoranti,brasserie e bar godendo del panorama offerto dalla Cattedrale di Saint Paul.
Potremmo partire alla scoperta delle dimore storiche della città due fra tutte Leighton House,e Spencer House la prima era proprietà Frederic lord Leighton, la seconda dell’antenato di Lady D.
Come sempre questo è solo un assaggio di Londra per raccontarla ci vogliono più libri più viaggio

Articoli simili

Un commento

  1. Bella recensione!
    Ho adocchiato questo romanzo non appena ho sentito della sua uscita. La cover è semplicemente stupenda. Per quanto riguarda Londra… è una delle città che mi piacerebbe, un giorno, poter visitare ma… non abitare (preferisco la campagna inglese) XD

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.