Libri per l’estate: letture tra sentieri e tornanti

I libri per l'estate

Di libri per l’estate e di vacanze

Cari gentili lettori Ops, scusate! Cari lettori al contrario,

Ho appena terminato la visione della terza stagione di Bridgerton e sono ancora un po’ con la testa nell’età della reggenza. Come avrete capito dal titolo, Lettrice al Contrario per un po’ si sposterà in montagna, più precisamente all’ombra delle Alpi Carniche. Ragionavo ieri sera con Monsieur M, mio marito, che questa sarà la mia prima vacanza estiva in montagna di tutta la mia vita. La cosa che mi entusiasma di più è che torneremo in una regione, il Friuli Venezia Giulia, che sia io che mio marito conosciamo bene, essendo la prima regione dove abbiamo abitato insieme.

Quindi, come potete immaginare, visto che partiremo a breve, sono iniziati i preparativi. Nel mio caso, mentre Monsieur M si sobbarca, mio malgrado, tutti i preparativi più pesanti, io mi posso occupare di un problema forse meno faticoso dal punto di vista fisico ma pur sempre annoso per chi come me ama la lettura: ossia quali saranno i miei libri per l’estate. Mi scuseranno i miei amici librai, ma per questione di praticità e spazio in valigia, ho deciso di avvalermi dell’aiuto del mio fidato e-reader, a cui per l’occasione ho aggiunto nuovi titoli (alcuni freschi di stampa, mentre altri nuovi solo per me).

Comincerò con il titolo che ho in lettura in questo momento e che sicuramente, visto che partiremo tra pochi giorni, non farò in tempo a finire: Domani e per sempre di Ermal Meta, edito da La Nave di Teseo. È un romanzo uscito circa due anni fa, sono proprio all’inizio quindi non posso ancora dare giudizi, ma ero curiosa di leggere l’esordio letterario di uno degli ultimi vincitori di Sanremo, visto che una youtuber che seguo aveva avuto per il cantante parole di elogio. Inoltre, l’editore è una garanzia: da quando Elisabetta Sgarbi ha fondato questa casa editrice, non ha ancora sbagliato un colpo, o quasi.

Poi leggerò In barba al buon senso edito da Agenzia X, l’esordio letterario di Carlo Massimino. Carlo è la persona che negli ultimi anni è stata spesso responsabile delle mie scelte letterarie fuori dalla mia comfort zone, scelte che poi sono diventate le mie nuove letture preferite. Quindi potevo esimermi dal leggere il suo esordio? Assolutamente no è la risposta. Seguirà Chi dice e chi tace di Chiara Valerio, candidato al Premio Strega e pubblicato da Sellerio. Passerò poi a un autore che, per geografia, sarà mio vicino di casa per il periodo in cui staremo in Friuli Venezia Giulia: sto parlando dell’autore balcanico Goran Vojnović e il suo All’ombra del fico, edito da Keller Editore. Questo romanzo familiare racconta le vicissitudini di una famiglia balcanica durante e dopo le guerre jugoslave.

Poi leggerò Francesca e Nunziata di Maria Orsini Natale, riportato in libreria di recente da Sellerio. Questo romanzo torna in libreria dopo anni di fuori commercio e di cui, da adolescente, vidi la trasposizione cinematografica ad opera di Lina Wertmüller.

Vorrei provare a leggere anche Julie di Ida Amlesù, pubblicato da Sonzogno. Questo libro racconta la storia di Julie, una giovane donna alle prese con le complessità delle relazioni e della crescita personale, in un viaggio che promette di essere tanto toccante quanto avvincente.

Un altro dei miei libri per l’estate sarà Indagine di un gatto di Katja Kettu, edito da Mondadori. La storia segue un gatto che diventa uno spirito guida, aiutando una scrittrice in crisi esistenziale attraverso la lettura di un antico diario, unendo realtà e fantasia in un affascinante viaggio tra passato e presente.

Infine, vorrei leggere l’ultimo libro di Crocifisso Dentello, Scuola di solitudine, pubblicato da La Nave di Teseo. Il romanzo esplora le vite di persone che, per varie ragioni, si trovano a vivere in solitudine. Per concludere, leggerò Le cose che ci salvano di Lorenza Gentile, edito da Feltrinelli. Questo libro promette di offrire una riflessione profonda su cosa ci permette di superare i momenti difficili della vita.

Come vi dicevo, per questioni di praticità e spazio mi sono convertita per questo viaggio all’e-reader, ma voi, se potete, comprateli in una libreria indipendente. Io vi lascio il link al negozio virtuale “I libri di Eppi”, e chi è di Torino e dintorni vada invece a trovarla in negozio e si faccia consigliare qualche lettura da Paola, perché insieme a Carlo è una di quei librai che sanno sempre farti uscire dal blocco del lettore. Ringrazio Paola per tutte le dirette della domenica, e per il consiglio su Indagine di un gatto, e a cui auguro lunga vita come libraia.

Questi saranno suppergiù i libri che ho intenzione di leggere durante il nostro buen retiro montanaro. Come sapete però, io con le TBR litigo spesso, quindi non escludo stravolgimenti dell’ultimo minuto. Non vedo l’ora di condividere con voi le mie impressioni su questi libri per l’estate!

Prima di salutarvi, volevo condividere un pensiero: la montagna, con i suoi sentieri tortuosi e i suoi tornanti, è un po’ come un buon libro, pieno di sorprese e cambi di direzione. Sono sicura che questa vacanza sarà un’occasione per scoprire nuove storie e vivere avventure indimenticabili, sia tra le pagine che tra le vette. Insomma, sarà una montagna di libri e di emozioni!

Ora però vi saluto, augurandovi come sempre “mille di questi libri”. Non dimenticate però di dirmi quali saranno i vostri libri per l’estate.

Sentitamente vostra,

Desy

📸generata con DALL•E

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.