Angela D’Angelo, La trilogia del nemico

Angela D’Angelo giovane scrittrice partenopea il 14 febbraio ha pubblicato per Rizzoli Youfeel l’ultimo atto della trilogia del nemico.

La trilogia del nemico firmata da Angela D’Angelo per YouFeel Rizzoli regala momenti di relax. Ogni singolo romanzo è  in vendita a 2.49 € in tutti i negozi digitali.

Nella serie tutto ruota attorno alla pallacanestro, più precisamente alla Stars Roma valente squadra del campionato.

Ogni libro è incentrato su una coppia: A letto con il nemico vede protagonista il duo Cristina- Nicola, Ogni maledetta volta ci racconta di Sophie e Edoardo e in Quello che non ti ho ancora detto conosciamo Roberta e Fabrizio.

In tutte e tre le opere l’autrice unisce il narratore che coincide con i punti di vista alternati dei protagonisti , a un registro linguistico informale l’autrice ben mescola, soprattutto nel secondo romanzo, il linguaggio medico-riabilitativo. Tutto ciò senza intaccare la fluidità del racconto.

In tutta la trilogia i personaggi che lasciano maggiormente il segno sono quelli femminili, arrivando quasi a mettere in ombra tutti gli altri, Angela D’Angelo è riuscita però a rendere molto bene il cameratismo tipico degli sport di squadra.

La brevità delle storie imposta dalla collana ha impedito all’autrice di trasporre a sufficienza gli scenari ambientali che fanno da sfondo alle vicende dei protagonisti.

I primi due volumi della trilogia sono sicuramente quelli che mi hanno colpito maggiormente. In Quello che non ti ho ancora detto ho trovato che la voglia di stupire, seppur giustificata visto che si trattava del tomo conclusivo di una serie, un po’ troppa e  questo mi ha fatto preferire senza dubbio gli altri due.

In conclusione mi sento di affermare che Angela D’Angelo dimostra di essere una penna promettente che personalmente attendo al banco di prova di un romanzo più articolato e complesso.

La trilogia del nemico è senz’altro una di quelle trilogie  che non deve mancare nei nostri lettori digitali in vista delle stagione estiva.

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.